BAGNO DI FOLLA PER LA MANIFESTAZIONE DELLA FABBRICA DI NICHI

Folla delle grandi occasioni domenica a Paternopoli, dove alle ore 18,00, in piazza XXIV maggio, si è tenuto il convegno-dibattito dal titolo “l’origine è la meta”. A confrontarsi con i cittadini, che hanno risposto numerosi, partecipando all’evento in più di duecento, gli organizzatori con in testa il segretario del PD di Paternopoli, Andrea Forgione, affiancato dal vice segretario Raffaele Giusto e dal coordinatore di Sinistra Ecologia e Libertà di Paternopoli, Giovanni Tecce. Al tavolo della presidenza si sono alternati i racconti e le riflessioni di Antonio Gengaro, presidente del Consiglio comunale di Avellino, Duilio Raffaele Barbieri, sindaco di Paternopoli, Nello Chieffo, sindaco di Bagnoli Irpino, Lello De Stefano, dirigente provinciale del PD, Pucci Bruno, professore universitario, Roberto Palermo, sociologo e fondatore della Fabbrica di Nichi di Paternopoli, Maria Grazia Valentino e Gennaro Imbriano, dirigenti nazionali di SEL.

Due ore di incalzante discussione sugli antichi mestieri irpini, sul post-terremoto, sulla necessità di riattualizzare un modello di vita basato sui valori della tradizione e della solidarietà. Applausi a scena aperta per i relatori, in un clima di gioia e partecipazione hanno fatto del convegno un momento magico, culminato con la premiazione del “paternese dell’anno” che è stato assegnato al vincitore Angelo Morsa, ultimo sarto in attività di un’antica arte sartoriale, per i suoi 50 anni di attività. Il premio, consistente in un ago d’oro con targa, è stato consegnato dal Sindaco di Paternopoli Duilio Raffaele Barbieri e dal Presidente del Consiglio comunale di Avellino, Antonio Gengaro. Alle ore venti, poi, tutti i convenuti si sono recati, dopo una breve percorso nel centro storico, alle “Antiche Cantine Famiglietti” che proprio in questi giorni hanno aperto le porte ad un pubblico crescente di appassionati e curiosi  per l’appuntamento annuale  “Cantine aperte 2010” promosso dal Movimento Turismo del vino che quest’anno festeggia 18 anni. Qui, gli ospiti accompagnati dalla dottoressa Annarita Colantuono, capogruppo PD in consiglio comunale, in un clima festoso e di familiarità, hanno visto sgorgare dalle botti l’ottimo aglianico di Marcello Famiglietti, frutto della vigna di Casale San Pietro, che è stato degustato con tanti apprezzamenti insieme a rustici e dolci della tradizione paternese. Le cantine, prospicienti su un giardino terrazzato, sono situate nel centro storico di Paternopoli in un fabbricato risalente al 1753, con facciate in pietrame, con finestre contornate da archi a tutto sesto e portali in pietra. Alle ore 21,00, infine, gli organizzatori della manifestazione, insieme agli invitati, si sono recati in piazza XXIV maggio, dove una folla di bambini, accompagnati dai loro genitori li attendevano per dar vita all’ultima iniziativa in programma denominata: “La Mongolfiera dei Desideri”. Andrea Forgione, Giuseppe Storti, Maria Grazia Valentino, Raffaele Giusto, Giovanni Tecce, Gennaro Imbriano, Antonio Petruzzo, Roberto Palermo, insieme alle mamme dei tanti bambini che saltavano e gridavano eccitati, hanno fatto alzare nel cielo 15 piccole mongolfiere dove sono stati legati i messaggi ed i desideri scritti a penna di tutti i bambini presenti. La serata si è conclusa con una cena sociale in una tipica osteria paternese. Agli ospiti esterni Forgione ha regalato un libro su un’opera teatrale scritta dal maestro Felice D’Amato che raccoglie parole dialettali ormai andate in disuso e racconta gli episodi dei primi miracoli della Madonna della Consolazione, stampato a cura del Comune di Paternopoli. Andrea Forgione in chiusura ha dato appuntamento a tutti alla prossima manifestazione pubblica in programma per metà luglio, nel corso della quale si parlerà di immigrazione ed accoglienza con un convegno dal titolo: “Mio fratello che guardi il mare” al quale saranno invitati esponenti sindacali e mondo dell’associazionismo cattolico, un mercatino etnico ed un concerto musicale con un gruppo etnico del Ghana. La Fabbrica di Nichi ringrazia tutti i partecipanti e tutti quelli che hanno lavorato per la riuscita della manifestazione vissuta dai presenti come una vera e propria festa di popolo.

31/5/2010

Andrea Forgione e Antonio Petruzzo, Circolo PD di Paternopoli